Tra le tante cose scoperte in Australia c’è anche questa deliziosa deliziosità.
All’inizio lo compravo al supermercato e sinceramente pensavo fosse qualcosa di impossibile da fare a casa. Poi, si, mettici anche che vivevo con una pazza scriteriata ubriacona di 45 anni e che la cucina che avevamo era mignon e che se mai avessi messo qualcosa di mio sarebbe scoppiato un putiferio. Fate voi che un giorno, presa da un raptus, ho deciso di comprare un food processor bellissimo, tutto azzurro/blu e con il manico argentato, insomma un bijou e tutta felice del mio acquisto me ne sono tornata a casa camallandomelo sull’autobus. Sull’autobus? Eh si perché proprio quel giorno la matta si era offerta di accompagnarmi al centro commerciale che era ad un quarto d’ora di macchina e…dopo un’ora mi ha piantata li senza neppure dirmelo. Assurdo!  Morale della favola: il mio adorato food processor è rimasto nella sua scatola nel corridoietto che portava alla mia stanza finché il mio principe azzurro sul cavallo bianco -in realtà con un furgoncino blu- è venuto a salvarmi, portandomi con lui.
Dopo altri due mesetti nello scatolone -sorvolo sulle altre inenarrabili vicissitudini di convivenza che ho vissuto nella terra dei canguri che è meglio-, il mio kenwood nuovo fiammante ha finalmente visto la luce. Yes!

Ed ecco che, una delle prime cose che avevo fatto, è proprio questo addictive burro di mandorle. Così semplice da fare da non crederci e così buono da essere pericoloso: dopo la prima cucchiaiata…chi si stacca più dal barattolo?!

Se vi state domandando come si faccia, vi dico bastano solo tre steps: tostare le mandorle e metterle nel robot da cucina ed azionarlo. Dopo 9-10 minuti di wwwwrrrrrrr avrete la vostra nuova droga pronta.
EmanuelaCaorsi-almond-butter-2

Come usarlo?! Se riuscite a non mangiarlo a cucchiaiate come faccio io, potete spalmarlo sul pane integrale come colazione la mattina -abbinamento perfetto per chi di solito ha una voragine nello stomaco poche ore dopo aver mangiato-, mangiarlo insieme ad una banana o ad una mela come spuntino, potete usarlo come sostitutivo del burro nei muffins e…presto arriverà una ricetta semplice e veloce che sono certa vi conquisterà!

Nota: se volete provare a farne meno di 500 gr, usate un frullatore più piccolino. Direi che 250-300 gr di mandorle è il minimo che si possa usare perché il peso delle mandorle stesse fa si che rimangano sul fondo del contenitore del robot da cucina.

EmanuelaCaorsi-almond-butter-3

Perché è meglio non acquistare frutta a guscio già tostata?

Il processo di tostatura non fa perdere alla frutta a guscio i suoi grassi mono-insaturi che fanno bene al cuore, questo però può alterare e danneggiare i grassi polinsaturi -i grassi più delicati e allo stesso tempo quelli che fanno meglio al nostro corpo- che sono molto più vulnerabili all’ossidazione. L’ossidazione dei grassi avviene quando questi entrano a contatto con l’aria. Una volta ossidati, i grassi irrancidiscono dando alla frutta a guscio un cattivo odore e sapore e non solo: i grassi, se ossidati, hanno caratteristiche pro-infiammatorie e cancerogene. Ecco perché bisogna stare attenti!

In generale la frutta secca tostata, tagliata e tritata si ossida più facilmente perché la superficie esposta all’aria è maggiore. Quindi cercate di non comprare la farina di mandorle, ma fatela voi in casa con un frullatore e, in caso dovesse avanzarvene un po’ mettetela in un barattolo di vetro o in un contenitore a chiusura ermetica e conservatela in frigo. Stesso discorso vale per questo burro di mandorle che, una volta fatto, va conservato in frigo.

Questo non vale invece per le mandorle crude che, se conservate in un contenitore ermetico al riparo dalla luce e da fonti di calore o addirittura in frigo, possono durare per mesi senza irrancidire.

Tostare la frutta a guscio ne aumenta la digeribilità riducendo parte dell’acido fitico e degli inibitori degli enzimi, naturalmente contenuti nella frutta a guscio.

 

BURRO DI MANDORLE TOSTATE / GF + VEG + SF

Ingredienti.
500 gr di mandorle con la pellicina non tostate

Procedimento.
Per tostare le mandorle: Accendete il forno (statico) a 160°C. Disponete le mandorle su una teglia ( se volete ricoperta di carta da forno) e mettetele nel forno anche se non ha raggiunto la temperatura e lasciatele tostare per 25-35 minuti, rigirandole di tanto in tanto.
(Ogni forno è diverso quindi controllate le mandorle dopo i primi 20 minuti e poi di 5 minuti in 5 minuti).
Sano pronte quando l’interno sarà diventato color crema -morsicatene una senza bruciarvi!-. Fatele raffreddare leggermente.

Con il robot da cucina: trasferite le mandorle nel robot da cucina e azionatelo alla massima velocità per circa 2 minuti e mezzo. Aiutandovi con una spatola, ripulite le pareti laterali del contenitore su cui ci saranno pezzettini di mandorle, facendole ricadere sul resto delle mandorle tritate. Azionate nuovamente il robot da cucina alla massima velocità per circa 6 minuti e mezzo. Il composto sarà prima sabbioso, poi diventerà una palla e poi diventerà più liquido. Quando raggiunge la consistenza del burro, lasciate il robot azionato per ancora un minuto di modo che il burro diventi ancora più cremoso. Non desistete, abbiate fede! Ci vogliono almeno 9-10 minuti!

Con il frullatore (tipo Vitamix): trasferite le mandorle nel frullatore e azionatelo alla massima velocità. Aiutandovi con il pestello spingete giù le mandorle. Spegnete, spingete bene giù le mandorle che saranno già una crema densa e azionate nuovamente. Frullate fino a quando il burro non sarà super liquido.

Trasferite il burro di mandorle in un barattolo di vetro -nel trasferimento ne mangerete metà, ma non preoccupatevi, è normale!- e conservatelo in frigo.

Note.
Potete fare questo burro con qualsiasi tipo di frutta a guscio vi piaccia, anche mischiandole o aggiungendo spezie o cacao.

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER!

Se vuoi ricevere le mie ricette, i miei articoli per imparare a volerti bene ogni giorno di più, le date dei prossimi corsi, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

You have Successfully Subscribed!