Bali mi manca un sacco, ma poter essere di nuovo nella mia cucina con i miei taglieri, i miei coltelli e tutte le mie cosine e poter cucinare di nuovo mi riempie il cuore di felicità. Mi è mancato un sacco cucinare in questo mese anche se non nascondo che non dover lavare i piatti e sistemare la cucina per ben 30 giorni è stata una figata pazzesca!

A Bali si mangia benissimo e il loro modo di cucinare è così semplice che permette di mangiare fuori per tanti giorni senza sentire troppo la mancanza della propria cucina (di solito quando vado in vacanza dopo 3 giorni non ce la faccio più a mangiare fuori!), ma ammetto che mangiare qualcosa di diverso dal Nasi Goreng (riso saltato con verdure e tempeh) e dal Coconut Curry non mi dispiace affatto!

Mi mancavano un sacco le mie spezie, così Sabato ho improvvisato questa crema ayurvedica di carote e patate che, per la sua bontà, è già stata catapultata nella Top Ten delle mie ricette preferite.

Questa crema è veramente facilissima da fare: servono solo delle carote, una patata e alcune spezie. Come potete immaginare sono proprio le spezie a rendere questa crema qualcosa di sublime.

Ho usato solo spezie riscaldanti per stimolare la digestione (dopo il Workshop di Cucina Ayurvedica & Indiana e quelli di Introduzione al Benessere secondo i Principi Ayurvedici tenuti da Kandeepan vi saprò dire bene le proprietà di ciascuna spezia! Non vedo l’ora di iniziare!) e lo zenzero fresco che stimola la digestione senza riscaldare.

Visto che carote e patate sono nella dispensa di chiunque, l’unica cosa da reperire per questa crema sono le seguenti spezie: fieno greco, semi di senape nera, semi di cumino, semi di coriandolo, peperoncino in polvere e zenzero fresco (sono tutte reperibili nei supermercati bio tranne il fieno greco che è più difficile da trovare – io lo ho trovato in un’erboristeria). 
Il risultato finale è una crema piccantina, quindi se non amate il piccante usate meno zenzero fresco ed eventualmente omettete il peperoncino.

Vi svelo il mio segreto per rendere la crema ancora più setosa. Ho ormai l’abitudine di aggiungere sempre un pezzetto di alga kombu in cottura per aumentare i sali minerali e per sfruttare il suo potere addensante quando frullo tutto insieme. 
Nota: se avete un frullatore potente otterrete una crema super; se invece usate un frullatore ad immersione vi consiglio di toglierla perché la cottura è breve e l’alga kombu non diventa abbastanza morbida da poter essere frullata bene – beneficerete sempre degli extra minerali ma la crema rimarrà un goccino meno vellutata, ma il sapore non cambia!!!

 

CREMA SPEZIATA AYURVEDICA DI CAROTE E PATATE

Per una persona:
2 o 3 carote di media grandezza pelate e tagliate a pezzi grossolani
1 patata piccola o 1/2 patata grande pelata e tagliata a pezzi grossolani
1 cucchiaio di olio di cocco
1 pizzico di semi di coriandolo (una decina)
1 pizzico di semi di fieno greco (una decina)
1 pizzico di semi di cumino (una decina)
1 pizzico di semi di senape nera (una decina)
1 fettina di zenzero spessa 2 mm tagliata a listarelle 
1 pizzico di peperoncino in polvere
1 pizzico di sale marino grosso
1 pezzetto di alga kombu grande come un francobollo
acqua filtrata q.b.

  1. In una casseruola mettete l’olio di cocco, le spezie e lo zenzero fresco. Fate tostare a fuoco medio per 30 secondi, quindi aggiungete le verdure, un pochino di acqua tanto da coprire metà verdure (è meglio aggiungerne un po’ in cottura piuttosto che buttarla via visto che nell’acqua di perdono alcuni nutrienti), il sale (senza esagerare) e il pezzetto di alga kombu. 
  2. Coprite con un coperchio, portate a bollore, abbassate il fuoco e fate cuocere fino a quando le verdure non saranno morbide (infilzando una forchetta non devono opporre resistenza), circa 15 minuti.
  3. Fate intiepidire, versate tutto in un frullatore (o usate un frullatore ad immersione), aggiungete il pizzico di peperoncino in polvere e frullate alla massima potenza fino a quando non otterrete una crema liscia e omogenea. Potete aggiungere acqua o sale se necessario.
  4. Scaldate la crema e servitela subito con crostini, con dei cereali integrali o da sola.

Nota: potete raddoppiare le dosi della verdura mantenendo le spezie invariate o triplicare la dose di verdure raddoppiando quella delle spezie.

 

Condividi con le persone a cui vuoi beneShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone


divider