detox

“Finalmente” le Feste sono finite!
Chi di voi si sente appesantito sia fisicamente che mentalmente dal troppo cibo mangiato in questi giorni alzi la mano!

Se volte iniziare il 2017 con una sferzata di energia, eliminando i chiletti messi su a Natale e sentendovi super in forma, questo breve DETOX è proprio quello di cui avete bisogno!

Quello che vi propongo oggi è un DETOX super breve, che potete fare per due o tre giorni minimo e massimo cinque, per rimettervi in carreggiata ogni qualvolta sentiate la necessità di una ventata di aria fresca.

Proprio perché è un detox molto breve, gli unici alimenti permessi sono verdure (soprattutto quelle a foglia verde), frutta di stagione e pochi grassi di origine vegetale. Punto.
“Oh mio Dio, ma non morirò di fame?” La risposta è NO! 
Se vi sentite appesantiti significa che il vostro corpo ha solo bisogno di eliminare quelle extra tossine accumulate durante le feste e non c’è modo migliore per farlo che alleggerire la digestione concentrandosi solo su alimenti facilmente digeribili.
Poi, rifletteteci un secondo, tutti i datteri, fichi, mandorle, noci, panettoni, creme pasticcere & co. che avete mangiato a Natale avranno creato una bella scorta di energia (e grasso!) che il vostro corpo potrà prontamente utilizzare in questi 2 o 3 giorni di detox.

Bando alle ciance, ecco in cosa consiste il…

RAPA’S DETOX:

  • Appena sveglie, bevete due bicchieri di acqua pura (filtrata o in bottiglia) a temperatura ambiente per reidratare il corpo ed eliminare le tossine che si sono accumulate durante la notte.
  • Dopodiché bevete un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone. Questo aiuterà l’apparato digerente ed il fegato ad eliminare ulteriormente le tossine, a preparare lo stomaco per ricevere cibo aumentando la produzione dell’acido idroclorico (più acido c’è migliore è la digestione) e alcalinizzerà l’intero corpo.
  • Colazione. A colazione e durante l’arco della mattinata consumate solo frutta di stagione (prediligete mele, pere, kiwi, pompelmo, arance, mandarini – evitate le banane se possibile) e verdura. Quindi sì ad una bella macedonia, ad un frutto intero o ad un bel frullato (di seguito troverete qualche spunto).
    Se avete la candida limitate il più possibile (o evitate completamente!) il vostro consumo di frutta e limitatevi a consumare mele (verdi se possibile) e pompelmo.
  • Pranzo. Per pranzo preparatevi una bella insalatona ricca con tante verdure a foglia verde come spinacini, rucola, valeriana e cicoria e aggiungete finocchi, cavolo, ravanelli, carciofi, carote, barbabietole, sedano, prezzemolo, cavolfiore, broccoli. Non dovete mettere tutto eh! Era solo per darvi un’idea! A questa bella insalatona aggiungete mezzo avocado grande o uno piccolo e conditela con un cucchiaio di olio evo/di canapa/di semi di lino, sale, succo di limone e/o aceto di mele e/o aceto di umeboshi (se usate l’aceto di umeboshi non mettete il sale!). Se volete potete aggiungere dei fiocchi di dulse o nori alla vostra insalata.
    Se siete freddolose, aprite il pasto con un bel brodo vegetale caldo al quale avrete aggiunto un pezzetto di alga kombu. Non salatelo!
  • Spuntino. Sgranocchiate finocchi, carote, sedano o un frutto.
  • Cena. Per cena una bella zuppa calda di verdura se possibile VERDE (senza patate) è quello che ci vuole quando fuori fa freddo (di seguito troverete qualche spunto). A seguire potete prepararvi delle verdure al forno (broccoli, cavolfiore, porri, finocchi, zucca ecc.) con un pochino di olio di cocco, o saltarle in padella con olio di cocco oppure al vapore, insomma, mangiate tutte le verdure che volete, ma non conditele con litri di olio! Al massimo un cucchiaio anche a cena!
  • Se avete ancora fame (cercate di controllarvi però perché è più una cosa psicologica!), potete prepararvi delle mele e pere cotte con della cannella come dolcino serale. Vi basterà tagliare una mela o una pera in due, metterle in una teglia con mezzo dito di acqua, cospargerle delle spezie che preferite e infornarle a 180°C fino a quando non saranno cotte (30 minuti circa). 
  • BEVETE MINIMO 1,5 LITRI DI ACQUA PURA. Le tisane non valgono! Solo l’acqua pura (acqua filtrata o in bottiglie -meglio se di vetro) si lega alle tossine e le porta via, come mi ha insegnato Claudia di VitalmenteBio.
  • Non sono ammessi: alcuna forma di caffeina, quindi né caffè né cioccolato, zucchero di ogni tipo, alcol, tabacco.
  • Aiutano il detox: yoga, meditazione, esercizi di rilassamento e respirazione, sauna, passeggiate all’aria aperta, scrub, bagni rilassanti.
    Fare esercizio fisico fa molto bene, ma sudare non fa eliminare tossine! Le tossine si eliminano tramite pipì e popò! Quindi nei giorni di detox prediligete esercizi più soft o comunque non troppo faticosi
  • Cercate di limitare lo stress il più possibile, perché anche questo contribuisce alla produzione di tossine.

Colazione.
Per colazione potete prepararvi questo frullato () omettendo la banana o sostituendola con un’altra pera o mela. 
Oppure, se volete un detox più profondo, potete ridurre la quantità di frutta e aumentare quella di verdura a foglia verde.
Se avete la candida, usate solo una mela verde nel frullato e dolcificatelo con stevia se necessario. La cosa migliore sarebbe sgranocchiare un finocchio o delle carote (queste ultime non sono il top, ma meglio della frutta).
Cena.
Eccovi alcune idee per le vostre zuppe:
cavolfiore/broccolo romano/broccolo + bietole/spinaci/cavolo nero + cipolle/porri/scalogni + aglio a volontà (fate bollire gli ingredienti in due dita di acqua con un pezzetto di alga kombu e, una volta cotti, frullate tutto aggiungendo extra acqua e sale se necessari)

Attenzione 1: se state prendendo farmaci per il cuore, per il diabete o state seguendo qualsiasi cura medica un po’ strong, NON fate questo detox se non prima di aver consultato il vostro medico.

Attenzione 2: se siete abituati a bere molto caffè o a mangiare molto zucchero e dolci e decidete di fare questo detox non spaventatevi se avrete forti mal di testa o se vi sentirete più spossati di prima: è una reazione normale! Vi state disintossicando. Se le reazioni che avete sono troppo forti, sospendete il detox e se volte, scrivetemi in privato così da programmare un detox su misura per voi.

Come ho detto prima, questo detox non può durare più di 5 giorni, altrimenti poi rischiate di sentirvi stanchi a causa di carenza di proteine e carboidrati.

 

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER!

Se vuoi ricevere le mie ricette, i miei articoli per imparare a volerti bene ogni giorno di più, le date dei prossimi corsi, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

You have Successfully Subscribed!