Ho impiegato un po’ di tempo per riuscire a crearmi una Morning Routine che mi aiutasse ad affrontare meglio la giornata, ma ora che la ho conquistata, vi assicuro che non posso più farne a meno!

Vi dico che ho impiegato tanto tempo per non farvi sentire “sbagliate” se non siete ancora riuscite a trovare la vostra!
Ricordo che ho sempre ammirato (e anche un po’ invidiato!) le persone che mi dicevano “tutte le mattine medito per 30 minuti” oppure “Io senza la mia pratica di yoga la mattina appena sveglia non so stare”. Mi sono sempre sentita in difetto perché io non sono mai riuscita a stare seduta a meditare per più di un minuto… facciamo 30 secondi che è meglio! E, nonostante sia sulla carta un’insegnante di yoga, trovare la motivazione di mettermi sul mat tutte le mattine, era un’impresa – io amo praticare nelle sale super affollate con un cm (o meno!) tra un mat e l’altro perché solo così sento di riuscire davvero ad essere concentrata su di me (in quelle occasioni le opzioni sono due: o scleri e ammazzeresti entrambi i vicini di mat – cosa decisamente non molto yogica! oppure ti organizzi e impari a concentrarti solo su di te, come se il resto del mondo non esistesse, ma percependone l’energia – una cosa un po’ filosofica, ma chi ha provato sa di cosa sto parlando!).

Questa lunga premessa è per dirvi che creare una morning routine richiede tempo e il lasciar andare aspettative di perfezione – come si dice in inglese “aim for progress not perfection”, ovvero punta a fare progressi, a migliorare ogni giorno, ad aggiungere quel pezzettino in più del puzzle, senza cercare la perfezione!

E infatti la mia morning routine è tutto fuorché perfetta, ma la amo così!

 

Vi racconto meglio di cosa si tratti e premetto che è molto facile da fare vivendo da sola – se avete compagni, mariti e bimbi la vostra morning routine potrebbe essere totalmente differente! Nessun problema! Ognuno deve trovare la propria, questa è semplicemente la mia!

Appena sveglia (di solito alle 7.00 / 7.30 indipendentemente dall’ora a cui sono andata a dormire se ho lavorato o studiato fino a tardi), mi pendo un minuto per guardarmi intorno e in base a come vedo le cose intorno a me capisco se sono serena e positiva o se c’è qualcosa che non va. Ne prendo atto senza giudicare. Il resto della morning routine mi aiuterà a rimanere o a farmi cambiare il mio approccio alla giornata.

Secondo step è prepararmi l’acqua calda. Mentre è sul fuoco, vado in bagno, faccio pipì, pulisco la lingua con il netta lingua*, mi lavo i denti e la faccia. Già questi piccoli gesti mi svegliano del tutto!

Poi torno in cucina dove l’acqua è ormai calda, la verso nella tazza e me la porto a letto e la bevo li, guardando fuori dalla finestra. Faccio qualche respiro profondo e, se sono ispirata, o meglio, se sento di averne bisogno, faccio qualche esercizio di tapping come mi ha insegnato la mia amica Marika (come quelli che abbiamo fatto durante il detox challenge per intenderci! Se siete curiose potete andare a vedere il suo profilo Instagram dove troverete i suoi video). Tutto questo dura massimo 5 minuti!

A volte accendo il telefono e mi prendo 5 minuti di “autismo” su Instagram ma senza interagire, niente like o commenti! Mi fa staccare il cervello – è un po’ come sfogliare una rivista guardando solo le immagini. So che non è il top, ma me ne frego, a me rilassa!
A volte invece lo accendo solo per vedere se ho qualche messaggio importante (ormai ho tutte le notifiche di Facebook, Instargam e Email disattivate sul mio telefono privato! Una rivelazione!) e altre lo tengo spento fino a prima di fare colazione.

Poi mi alzo, faccio il letto e metto il mat per terra. Se sono ispirata per fare una pratica vera e propria – o da sola o con un video di solito di Meghan Currie perché ha una voce dolcissima e anche se la pratica è super intensa è lenta-  mi cambio, altrimenti rimando in mutandine e felpa con i panda (si, anche se ho 32 anni ho la felpa con i panda e le ciabatte con gli unicorni! Sono un caso perso mi sa ahahah!) e faccio una pratica brevissima che può durare anche solo 10 minuti – 3 saluti al sole, un mini flow e via.

Una cosa che non manca mai è una mia preghiera, chiamiamola così, all’Universo. Un momento di gratitudine per quello che ho e di fiducia in quello che succederà – vorrei parlarvi anche di questo nel prossimo post! Potrebbe interessarvi? Lasciatemi un commento!).

A volte doccia a volte no (se non faccio la doccia mi lavo eh! Ahahaha!)

Fatto ciò, arriva il momento della colazione. E li dipende, se ho fame e ho tempo mi preparo il porridge con tutti toppings che mi ispirano, faccio la marmellata con i semi di chia o la frutta cotta e mi preparo una ciotola tutta carina; oppure mi preparo il matcha latte o una cioccolata calda super nutriente (versione light) e bevo solo quello. Faccio colazione guardando fuori dalla finestra, niente pc acceso o telefono sotto mano. Quello fa davvero la differenza.

Da quel momento in poi, inizia il vortice della mia giornata, ma lo affronto con un’altro spirito! Se mi ero alzata felice, lo sono ancora di più e se mi ero alzata “con il piede sbagliato”, dopo tutte queste cose, il mio umore è cambiato completamente e sono pronta per affrontare la giornata con il sorriso!

Da come avete visto la mia Morning Routine può durare dai 30 minuti tutto compreso fino a un’ora e mezza! Essendo una libera professionista posso gestirmi io il tempo come voglio, ma se voi dovete correre in ufficio potete crearvi una morning routine molto più breve che vi accompagni tutti i giorni!

 

Ricapitolando, ecco cosa faccio io e che cosa secondo me può essere incorporato subito nella vostra Morning Rountine”:

  • mi sveglio e mi guardo intorno e capisco come sto – tempo stimato: 1 minuto – si può fare!
  • netta lingua* + lavaggio denti + lavaggio faccia – tempo stimato: 3 minuti – si può fare!
  • acqua calda – IMPOTANTISSIMA! potete berla in piedi guardando fuori dalla finestra o sedute sul letto come preferite – se riuscite aggiungete qualche bel respiro profondo e un bell’ “ahhhhh!!!” quando espirate l’ultima volta. – tempo stimato: 3-4 minuti – si può fare!
  • meditazione / tapping – tempo stimato: dai 5 ai 15 minuti – questo potrebbe essere lo step successivo! (già il fatto di sorseggiare l’acqua guardando cosa succede fuori è per me una forma di meditazione e di ascolto del proprio corpo)
  • yoga – se praticate da un po’, fare anche solo 5 saluti al sole alla vostra velocità non può che farvi bene; se non siete ancora pratiche dello yoga o di fare una pratica non guidata, nessun problema! Non è indispensabile! Potete anche fare solo un pochino di stretching, oppure, potete fare esercizi più strong se volete – trovo che la app di Kaila Itsines sia molto carina! – tempo stimato: dai 10 ai 50 minuti – anche questo può essere uno step successivo, ma davvero benefico!
  • colazione – prendervi anche solo il tempo per prepararvi un matcha latte bevendolo poi con calma fa davvero la differenza! – tempo stimato: dai 5 ai 20 minuti – questa direi che si possa fare! Mi raccomando senza distrazioni come telefoni, computer e giornali.

Ecco qui che una morning routine super speedy può essere di meno di 15 minuti! Fattibile no?

 

Fatemi sapere cosa fate voi la mattina e cosa vorreste incorporare di questa morning routine.

Vi auguro una splendida giornata!

Emanuela

p.s. Nel caso in cui non lo aveste ancora fatto vi chiedo gentilmente di regalarmi un voto per i Cucina Blog Awards! Sono tra le 3 finaliste nella categoria Healthy e ho bisogno del vostro aiuto per aspirare al gradino più alto del podio!!! Qui il link diretto!!! Grazie di cuore!

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER!

Se vuoi ricevere le mie ricette, i miei articoli per imparare a volerti bene ogni giorno di più, le date dei prossimi corsi, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

You have Successfully Subscribed!